Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Sospensione dei farmaci antiepilettici


I pazienti con epilessia che non presentano più crisi convulsive molte volte ritengono di interrompere la terapia antiepilettica.

Il Drug and Therapeutics Bulletin ha dedicato una revisione all’argomento dal titolo “When and how to stop antiepileptic drugs in adults��?.

Il rischio di recidiva negli adulti con epilessia senza crisi convulsive da almeno 2 anni è più alto nei soggetti in cui l’epilessia ha avuto un esordio dopo l’età pediatrica, in coloro che impiegavano più farmaci antiepilettici , nei pazienti in cui le crisi convulsive si presentavano mentre erano in trattamento , nei pazienti con convulsioni miocloniche o tonico-cloniche, o che hanno avuto alterazioni all’EEG nell’ultimo anno.

L’interruzione della terapia antiepilettica dovrebbe essere decisa assieme al Neurologo.

Nelle donne che hanno in previsione una gravidanza, modifiche al trattamento dovrebbero essere fatte prima del concepimento.

L’interruzione dei farmaci antiepilettici deve essere graduale .
La dose dovrebbe essere ridotta del 10% ogni 2-4 settimane per la Carbamazepina, Lamotrigina, Fenitoina , Valproato di sodio , Vigabatrin , e del 10% ogni 4 settimane per i barbiturici , le benzodiazepine, ed Etosuccimide.

I pazienti che stanno interrompendo i farmaci antiepilettici non dovrebbero guidare autoveicoli.( Xagena2003 )

Fonte DTB June 2003


Neuro2003 Farma2003


Indietro