Neurobase.it
Tumori testa-collo
XagenaNewsletter
Medical Meeting

L'integrazione con Acido Folico previene l'ipertrofia gengivale indotta dalla Fenitoina nei bambini


L'ipertrofia gengivale è un importante effetto collaterale della terapia con Fenitoina ( Dintoina ), che si verifica in circa la metà dei pazienti.

Uno studio si è posto l'obiettivo di valutare l'effetto dell'integrazione di Acido Folico per via orale ( 0.5 mg/die ) per la prevenzione dell'ipertrofia gengivale Fenitoina-indotta ( PIGO ) nei bambini con epilessia, di età compresa tra i 6 e i 15 anni in monoterapia con Fenitoina per 6 mesi.

Questo studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo è stato condotto in un ospedale da maggio 2008 a giugno 2009.

I bambini di età compresa tra 6 e 15 anni, che avevano iniziato la monoterapia con Fenitoina da almeno 1 mese erano eleggibili per l'inclusione nello studio.
Criteri di esclusione sono stati: preesistente ipertrofia gengivale, uso di altri antagonisti dell'acido folico e anemia macrocitica.

I soggetti dello studio sono stati randomizzati a ricevere Acido Folico oppure placebo.

L'esito primario era rappresentato dall'incidenza di proliferazione gengivale di qualsiasi grado dopo 6 mesi di monoterapia con Fenitoina.

Sono stati reclutati 120 bambini, ed assegnati ad Acido Folico o placebo, rispettivamente 62 e 58 soggetti.

Il 21% dei pazienti nel braccio Acido Folico ha sviluppato PIGO, rispetto all’88% dei pazienti trattati con placebo ( p inferiore a 0.001 ).

La riduzione del rischio assoluto di PIGO con Acido Folico è stata del 67% e la riduzione del rischio relativo dello 0.76.

In conclusione, l’Acido Folico per via orale si è dimostrato efficace nel diminuire l'incidenza di PIGO nei bambini in monoterapia con Fenitoina, in maniera statisticamente significativa e clinicamente rilevante. ( Xagena2011 )

Arya R et al, Neurology 2011; 76: 1338-1343


Neuro2011 Farma2011


Indietro