Neurobase.it
Tumori testa-collo
XagenaNewsletter
Xagena Mappa

Linfoistiocitosi emofagocitica associata all'uso della Lamotrigina


Sono state descritte le segnalazioni di eventi avversi di linfoistiocitosi emofagocitica ( HLH ) riportate in associazione con Lamotrigina ( Lamictal ).

La banca dati degli eventi avversi della Food and Drug Administration ( FDA ) è stata utilizzata per cercare report sugli eventi avversi spontanei e i database della letteratura medica sono stati utlizzati per cercare i casi di linfoistiocitosi emofagocitica riportati in associazione a Lamotrigina.
I casi sono stati inclusi se soddisfacevano la definizione di sospetta o confermata linfoistiocitosi emofagocitica, e se l'associazione causale era stata valutata come solida o di supporto.

8 casi hanno soddisfatto la definizione di linfoistiocitosi emofagocitica, e sono stati considerati causalmente associati alla Lamotrigina.
Questi 8 casi di linfoistiocitosi emofagocitica avevano una relazione temporale plausibile perché si sono verificati entro un intervallo di 24 giorni dall'inizio della somministrazione di Lamotrigina.
Le dosi variavano da 25 mg a giorni alterni a 250 mg una volta al giorno nei 6 casi che hanno riportato queste informazioni.
7 pazienti sono migliorati con l'interruzione del farmaco e un paziente è deceduto dopo l'interruzione del farmaco e un trattamento chemioterapico non-specificato.

La Lamotrigina è associata a reazioni avverse immuno-correlate tra cui la linfoistiocitosi emofagocitica .
La linfoistiocitosi emofagocitica è un evento potenzialmente fatale; un rapido riconoscimento e un intervento terapeutico precoce per mitigare l'evento è importante per migliorare gli esiti dei pazienti. ( Xagena2019 )

Kim T et al, Neurology 2019; 92: 2401-2405

Neuro2019 Farma2019


Indietro